In questa sezione è possibile inserire ad esempio i contatti, social, o qualsiasi altro elemento che può essere aperto in qualunque momento in alto nel menu.
Indirizzo....
Tel.....
Email....

Sennheiser regala l’incredibile sound experience alla mostra THE PINK FLOYD EXHIBITION: THEIR MORTAL REMAINS

Say What affianca Sennheiser per l’anteprima stampa dell’imperdibile mostra The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains del Victoria & Albert Museum di Londra, in programma al Museo d’Arte Contemporanea MACRO di Roma, dal 19 gennaio al 1° luglio 2018.

Presenti in conferenza stampa, davanti ad una numerosa platea, le istituzioni, i curatori della mostra e due membri della leggendaria band, Roger Waters e Nick Mason. Insieme a loro anche Daniel Sennheiser, co-CEO di Sennheiser, per il quale abbiamo coordinato interviste con la stampa lifestyle e mainstream, cogliendo l’occasione come momento privilegiato di avvicinamento e conoscenza tra il Brand e i media extra-settore.

Il percorso espositivo di The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains segue un ordine cronologico ed è sempre accompagnato dalla musica e dalle voci dei membri passati e presenti dei Pink Floyd, tra cui Syd Barrett, Roger Waters, Richard Wright, Nick Mason e David Gilmour. Il momento culminante è la Performance Zone, in cui i visitatori entrano in uno spazio audiovisivo immersivo, che comprende la ricreazione dell’ultimo concerto dei quattro membri della band al Live 8 del 2005 con Comfortably Numb, appositamente mixata con l’avanguardista tecnologia audio AMBEO 3D della Sennheiser, oltre al video, in esclusiva per Roma, di One Of These Days, tratto dalla storica esibizione del gruppo a Pompei.

Grazie alle installazioni sonore con tecnologia audio AMBEO 3D e al sistema di audioguide, come partner audio ufficiale della mostra, Sennheiser regala un’incredibile sound experience ai visitatori della retrospettiva epocale sulla storia della band, che unisce musica, tecnologia del suono ed esibizioni live, per rivivere le emozioni dei concerti che hanno scritto pagine indelebili della storia della musica.

error: Il contenuto è coperto da Copyright.